facebook
Legge 161 del 2014: tutto quello che c’è da sapere sulla normativa dell’orario di lavoro
Legge 161 del 2014: tutto quello che c'è da sapere sulla normativa dell'orario di lavoro

 

Con la legge 161/2014, l’Italia si è allineata alle procedure europee sul tema dell’orario di lavoro: scopriamo insieme cosa stabilisce questa normativa.

La legge 161/2014 ha introdotto molte novità nell’organizzazione aziendale e in particolare nel modo in cui vengono pianificati i turni di lavoro.

La legge infatti ha definitivamente stabilito che la durata media dell’orario di lavoro di un singolo dipendente non deve superare le 48 ore settimanali, le quali devono a loro volta devono essere intervallate da un riposo di almeno 24 ore superate le prime 11 ore di lavoro effettuato.

Se hai un’azienda che lavora con i turni, quasi sicuramente anche tu avrai dovuto fare i conti con tale legge e con la necessità di riorganizzazione: le sanzioni per il mancato rispetto di essa inoltre, oscillano da un minimo di 200€ fino a 10000€ nei casi più gravi.

Organizzare i turni di lavoro però, si sa, è davvero complesso e tuttora può capitare di pianificare un calendario che non rispetti appieno la legge 161/2014. Insomma, il rischio di violare la normativa e incorrere in pesanti multe è ancora concreto.

C’è un modo per risolvere il problema dei turni straordinari e delle 11 ore di riposo consecutive in maniera definitiva: continua a leggere e scopri come!

Organizzare il calendario turni rispettando la legge 161/14

Cercare di ottenere alti livelli di produttività è uno degli obiettivi principali di qualunque imprenditore: questa esigenza porta tuttavia con sé il rischio di creare turnazioni con orari di lavoro che non rispettano il limite di legge delle ore tra giornate di lavoro consecutive.

Un altro rischio è dato dalle variazioni dei turni in corso d’opera che possono far sì che si incorra in una o più violazioni: supponiamo infatti che un caporeparto debba sopperire ad una indisposizione improvvisa di un dipendente, facendo rientrare in turno un altro dipendente, oppure prolungando tramite straordinari il turno di un dipendente già in servizio.

O ancora il caso di due dipendenti che richiedono uno scambio di turno. Insomma, le combinazioni sono moltissime e tutte possono portare a violare le leggi in oggetto.

Queste infrazioni possono inoltre costituire un danno d’immagine notevole sia per l’intervento dei sindacati, da sempre molto attenti a queste tematiche sia per la diffusione di questi episodi sui social che amplificano i danni potenziali.

Ecco perché è molto importante che il responsabile della gestione dei turni possa tenere sotto controllo tutti questi aspetti. Ancor più importante è che i responsabili aziendali possano avere uno strumento che notifichi il più velocemente possibile questi problemi seri.

Un aiuto concreto per la pianificazione dei turni

StaffRoster fornisce strumenti di grande aiuto per gestire queste problematiche: in primis gli avanzati algoritmi di schedulazione che generano in automatico il calendario dei turni garantiscono che queste violazioni non accadano mai.

Ma non solo: StaffRoster ha numerosi altri vantaggi e elencati di seguito:
  • Alert: si attiva se in fase di editing manuale dei turni vengono violate una o più delle disposizioni della legge 161/2014. In tal caso, il monitor delle regole di StaffRoster evidenzia in tempo reale le violazioni con la chiara indicazione della regola violata, del giorno e del dipendente in questione.
  • Notifiche: ogni utente, in base al proprio livello di visibilità dell’azienda può farsi notificare internamente all’applicazione o anche via mail tali violazioni.
  • Report ad hoc: offrono un quadro generale delle violazioni. Tutti questi strumenti rilevano i problemi nel passato (quindi a consuntivo) ma anche, cosa ben più utile, nel futuro sui calendari approvati. In tal modo si possono attuare azioni correttive.
  • Alert in fase di timbratura: è una funzione che rileva in tempo reale se il dipendente, nonostante i turni possano essere formalmente corretti, timbrando l’entrata incorre in una delle violazioni descritte dalla legge. La notifica dell’evento viene in questo caso inviata in tempo reale ai responsabili che possono esercitare subito una azione correttiva.

Vuoi altre informazioni su StaffRoster?

Scopri come funziona il software per una pianificazione ottimizzata dei turni di lavoro. Visita la pagina prodotto e richiedi la tua demo gratuita.

Sullo stesso argomento…